Morgagni, anatomopatologo della sua città: Epistola IX

Introduzione

Le Epistolae Aemilianae sono quattordici lettere di argomento storico, archeologico, geografico, in cui Morgagni, abbandonata per un momento la sua occupazione principale (lo studio dell’anatomia), si dedica, senza risparmio di energie, alla “cura” della sua terra. Risultano, perciò, nell’ambito… Continua a leggere…

Epistola IX: la traduzione

[1-2-3-4] Prima di dedicarsi all’ubicazione della fondazione di Forlì, Morgagni si sofferma sul fondatore (Caio Livio Salinatore) e sulla data (188 a.C.). Riporta anche notizia di epigrafi conservate nel territorio, alcune che attestano la possibilità di una denominazione “Livia”… Continua a leggere…

Conclusioni

Al termine dell’analisi dell’epistola ci pare di poter giungere ad almeno tre conclusioni: L’impostazione metodologica di Morgagni ricorda in qualche modo quella suggerita da L.A. Muratori nelle Riflessioni sopra il buon gusto nelle scienze e nelle arti (1708),… Continua a leggere…

Bibliografia

A. ANTONIAZZI, L’ambiente e la sua evoluzione (Morfologia attuale e passata del sito di Forlì) in Storia di Forlì, L’Evo antico, vol. I a cura di G. Susini, Forlì, 1989 B. BAZZOLI, S.SELLI, Abbazia S. Mercuriale, a cura… Continua a leggere…