Quando Morgagni esportò la medicina in America

Nel 1764 fu mentore di John Morgan che aprì subito la prima scuola Usa
Forse non tutti i forlivesi (e non solo) san­no che la fondazione della prima scuola di medi­cina in America è stata di fatto ispirata da un for­livese, Giovan Battista Morgagni.

morgagni col libro«Il medico, considerato il padre dell’anatomia patologica, aveva compiuto 82 anni – racconta Tiziana Rambelli, che col dottor Luca Saragoni sta orga­nizzando l’iniziativa dedi­cata proprio al Morgagni, inserita nel convegno medico che si terrà a Forlì il 16 ottobre 2015 – quando, il 24 luglio 1764, il suo giovane collega statunitense, John Morgan, gli fece visita a Padova».

Giovan Battista Morga­gni era all’epoca docente di anatomia nell’antica e prestigiosa Scuola medica dell’Università di Padova da quasi cinquant’anni, mentre John Morgan si era appena laureato in medicina ad Edimburgo, dopo aver combattuto nella Guerra dei Sette anni per gli inglesi come tenente chirurgo.

«Morgagni aveva pubblicato da appena tre anni il “De sedibus et causis morborum per anatomen indagatis”, una delle opere più importanti della storia della medicina, ed era conosciuto e stimato in tutta Europa – spiegano gli studiosi -. Il giovane John Morgan volle asso­lutamente vederlo e quel­l’incontro fu privo di ogni Cerimoniosità settecente­sca e caratterizzato inve­ce da sincera e reciproca ammirazione. Al termine i due studiosi si scambiarono le copie delle loro pubblicazioni più recenti. Morgagni offrì un prezio­so esemplare del “De sedibus” oggi gelosamente cu­stodito come uno dei mas­simi tesori alla ricchissi­ma biblioteca del College of Physicians di Philadel­phia. Morgan, a sua volta, donò una copia della propria tesi di laurea discussa a Edimburgo, conservata nella biblioteca San Biagio di Padova. La de­dica, che vede un “Morga­ni” corretto in “Morga­gni” mostra tutta l’emo­zione del giovane ameri­cano che si trovava di fronte ad un mostro sacro della medicina».

Una volta tornato in A­merica, nel 1765, John Morgan fondò il Collegio di Philadelphia (ora Università della Pennsylva­nia) Medical School, la prima scuola medica americana. Il Collegio fu anche l’ispiratore delle prime misure di sanità pubblica in America, tra cui il primo approvvigionamento idrico pubblico.

«John Morgan fu il pri­mo docente americano in Teoria e Pratica della Medicina – concludono gli organizzatori del convegno. e fu proprio di ritorno dal­l’Europa, dopo l’incontro col Morgagni, che pro­nunciò a Philadelphia la sua visione profetica sul­la filosofia dell’educazio­ne medica nel celebre “Di­scourse upon the Institu­tion of Medical Schools in America”, riconosciuto come enunciazione anti­cipatrice della filosofi dell’educazione medica». Il libro di Morgagni è ancora l’opera più importante della Biblioteca del Collegio di Philadelphia, in ricordo dell’incontro che cambiò anche la storia della medicina americana

Tratto dal Corriere della Romagna di Forlì e Cesena del 30/12/14