Forlì si prepara a celebrare Morgagni: un convegno, un sito dedicato ed una mostra

‘Sua Maestà anatomica’, così come era chiamato Morgagni in Europa, nacque a Forlì il 25 febbraio 1682 da Fabrizio Morgagni, e da Maria Tornielli. Bambino prodigio, venne iscritto a soli 14 anni alla prestigiosa Accademia dei Filergiti di Forlì

Un’iniziativa, il 16 ottobre a Forlì’, una mostra e un sito Internet creato dai giovani studenti forlivesi del Liceo Classico e Scientifico forlivesi e una docufiction storica. Questo e tanto altro si sta preparando a Forlì per celebrare il più illustre concittadino che rivoluzionò la storia della medicina. Giovan Battista Morgagni (Forlì 1682, Padova 1771) , è considerato il fondatore dell’anatomia patologica nella sua forma contemporanea e “ fu definito da Rudolf Wirchow il Padre della patologia moderna.

‘Sua Maestà anatomica’, così come era chiamato Morgagni in Europa, nacque a Forlì il 25 febbraio 1682 da Fabrizio Morgagni, e da Maria Tornielli. Bambino prodigio, venne iscritto  a soli 14 anni alla prestigiosa Accademia dei Filergiti di Forlì, in cui studiò non solo latino, ma anche matematica, archeologia e astronomia. A sedici anni si iscrisse alla Facoltà di Medicina di Bologna, divenendo discepolo di Antonio Maria Valsalva e di Marcello Malpighi. Fin dalla prima anatomia pubblica a cui assistette, Morgagni incominciò a registrare in un apposito diario medico-scientifico. L’anatomopatologo forlivese ottenne riconoscimenti internazionali, venne considerato il Principe degli Anatomisti e mantenne un rapporto epistolare fittissimo con i principali medici e anatomisti della sua epoca. L’opera più importante di Morgagni è il De sedibus et causis morborum per anatomen indagatis (1761), un titolo in cui è condensato il metodo anatomo-clinico legato al suo nome. L’obiettivo dell’indagine di Morgagni era la precisa identificazione in ogni caso delle lesioni corrispondenti alla fenomenologia clinica, nelle quali vedeva la causa immediata della malattia. Inoltre non tutti  san­no che la fondazione della prima scuola di medi­cina in America venne ispirata proprio da Giovan Battista Morgagni

“Il medico, considerato il padre dell’anatomia patologica, aveva compiuto 82 anni – racconta Tiziana Rambelli, che col dottor Luca Saragoni sta orga­nizzando per l’Ausl Romagna, con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì,  l’iniziativa del sedici ottobre a Forlì-  quando, il 24 luglio 1764, il suo giovane collega statunitense, John Morgan, gli fece visita a Padova.Giovan Battista Morga­gni era all’epoca docente di anatomia nell’antica e prestigiosa Scuola medica dell’Università di Padova da quasi cinquant’anni, mentre John Morgan si era appena laureato in medicina ad Edimburgo, dopo aver combattuto nella Guerra dei Sette anni per gli inglesi come tenente chirurgo. John Morgan fu il pri­mo docente americano in Teoria e Pratica della Medicina – spiegano gli organizzatori del convegno – e fu proprio di ritorno dal­l’Europa, dopo l’incontro col Morgagni, che pro­nunciò a Philadelphia la sua visione profetica sul­la filosofia dell’educazio­ne medica nel celebre “Di­scourse upon the Institu­tion of Medical Schools in America”, riconosciuto come enunciazione anti­cipatrice della filosofi dell’educazione medica”. Il libro di Morgagni è ancora l’opera più importante della Biblioteca del Collegio di Philadelphia, in ricordo dell’incontro che cambiò anche la storia della medicina americana.

Dal matrimonio con la forlivese Paola Vergeri, sposata a Forlì il 22 settembre 1712, Morgagni ebbe 15 figli, tre dei quali maschi: Fabrizio, secondogenito, morto improvvisamente nel 1766 a 52 anni lasciando due figlie che furono dotate e accasate dal nonno; Lucio Filippo, morto a due anni di età, nel 1718; Agostino, gesuita, che morì nel 1792. Delle dodici figlie, quattro morirono in tenerissima età, mentre le altre otto diventarono suore tra i 14 e i 17 anni (anzi la primogenita, Anna Antonia, poté entrare in convento a soli cinque anni di età grazie a un breve pontificio procuratogli da Lancisi), due a Padova e sei a Forlì.

L’iniziativa “G.B.Morgagni. Sua Maestà Anatomica”, organizzata dall’ Ausl Romagna e dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, si svolgerà a Forlì  il 16 ottobre. L’evento coinvolgerà studiosi di fama internazionale, medici, giornalisti scientifici e studenti del Liceo Classico e Scientifico di Forlì. A latere dell’iniziativa, verranno presentati importanti progetti culturali e iniziative di comunicazione, realizzati con il sostegno di Lions Terre di Romagna, Comune di Forlì ed altri enti del territorio.

Articolo originale: http://www.forlitoday.it/eventi/celebrazioni-giovan-battista-morgagni-convegno-sito-mostra.html